LAURETTA LAURETI

Inizia a plasmare la creta   nel 1994, sotto la guida del vasaio Ugo Marano. La passione per questa arte “minore” si trasforma in impegno sociale dopo una paralisi degli arti inferiori dovuta ad  un incidente di moto. L’interesse per la ceramica  la porterà a fondare , nel 1999,  l’Associazione di Volontariato “ Humus” un laboratorio aperto dove artisti, giovani, disabili si incontrano per produrre e sperimentare  . L’arte  diventa  anche  veicolo culturale e dà l’impulso all’organizzazione di  mostre, eventi, convegni, rivolti a sensibilizzare sui  temi di integrazione e rispetto sociale delle fasce più deboli ed emarginate della popolazione. La forza dell’arte, della creatività, dell’uso delle mani nella atavica tradizione mediterranea della ceramica, sono da sempre  il suo “manifesto”. Il suo percorso artistico, che la  vede nel ruolo di  partecipante  e organizzatrice di numerose mostre,  si dipana  in una ricerca  attenta  alla vita che scorre in tutte le sue difficoltà e disuguaglianze .



I commenti sono chiusi.